La Montagna è Come l’Uomo

Ma le montagne sono come l’uomo e rispecchiano la sua vita. Nascono, crescono in bellezza e splendore, aiutate da tutti gli elementi vitali: la luce, l’aria, l’acqua. Ma poi gli stessi elementi che dapprima erano creativi con il tempo si rivelano distruttivi…

Costruire per distruggere, nascere per morire, salire per poi ridiscendere. Una vera e propria ossessione che collega in un unico filone Natura, Uomo e agire dell’Uomo.

(Gianpiero Motti, Storia dell’alpinismo, 1977)