365 Giorni Spalancati

Era l’anno 2016. La fine ell’anno. In quel periodo presi la decisione di farmi violenza psico-fisica e di obbligarmi a passare tutto l’anno successivo, il 2017, con gli occhi spalancati alla ricerca di almeno una fotografia al giorno, da archiviare per raccontare (soprattutto a me stesso) l’anno intero.

Un progetto banale, dopotutto, ma durante gli anni precedenti ero stato vittima di quella brutta sensazione che dà la mancanza di creatività ma anche (forse soprattutto) la mancanza di ricordi.

Negli ultimi due giorni ho letto in un libro che “la felicità non è una condizione ma un cammino”, e ho sentito in un film che “la felicità è una cazzata. Nessuna forma d’arte decente nasce dalla felicità”. Due cose a loro modo illuminanti.

sedici / 16
duecentoquarantasei / 246

Per un anno intero, nessun giorno escluso, mi sono preso il tempo per girare l’angolo, per dare un’occhiata al dietro delle cose, al sotto, al sopra.
Il risultato è una libreria di 365 immagini selezionate che comprendono alcune foto che non avrei mai scattato se non mi fossi sentito costretto, gruppi di immagini che formano altri progetti … e la conferma che sono un curioso.

sessantasei / 66